Ravenna Festival

Logo stampa
25th Anniversary
 
 
 

 
 

The Festival on Video

 
 

 

Podcast

 

Cinema 3D
1
 
2
 
3
 
4
 
 
 
 

Press release files

  • 26/07/2014
    RAI 1 lunedì 28 luglio ore 23.35: Le vie dell'Amicizia

    Rai 1 ripropone, lunedì 28 luglio in seconda serata (alle 23.35), l’ultima meta de ‘Le vie dell’Amicizia’ di Ravenna Festival: ‘Il Requiem per le vittime di tutte le guerre’ diretto da Riccardo Muti al Sacrario Militare di Redipuglia lo scorso 6 luglio. Ai piedi di quel luogo-simbolo, consacrato per sempre al lutto e alla memoria, è infatti culminata, con l’esecuzione della Messa da Requiem di Giuseppe Verdi, la venticinquesima edizione del Festival intitolata: “1914: l’anno che ha cambiato il mondo”.

    More...
     
  • 18/07/2014
    I sentieri di Dino Campana

    Sabato 6 settembre, per celebrare i cent’anni dalla pubblicazione di una delle opere più singolari della nostra letteratura, i Canti Orfici, Ravenna Festival e Trail Romagna hanno deciso di incamminarsi sulle tracce lasciate da Dino Campana, secondo alcuni, l’unico poeta maledetto che l’Italia abbia mai avuto.

    More...
     
  • 14/07/2014
    Il Balletto e l'Orchestra del Teatro Mariinskij protagonisti della 'Trilogia d'Autunno'

    Dopo i successi delle edizioni 2012 e 13, con i due trittici che hanno celebrato il Bicentenario Verdiano, Ravenna Festival nel mese di ottobre (dal 2 all’8) riproporrà, a conclusione della XXV edizione della manifestazione, la formula della Trilogia d’Autunno. Protagonista indiscusso di quest’anno sarà il Balletto - e l’Orchestra - del Teatro Mariinskij di San Pietroburgo, senza dubbio – assieme al Bolshoi e pochissimi altri – la più celebrata compagine di danza classica nel mondo, la cui indiscussa eccellenza non è mai stata messa in discussione negli oltre 150 anni della sua storia.

    More...
     
  • 14/07/2014
    1990-2014: Celebrating 25 Years of Festival

    On the evening of 1 July 1990 – nine o’clock had just struck when Riccardo Muti raised his baton on the podium of La Scala Theatre Orchestra and the Swedish Radio Choir, and Movement I, Adagio – Allegro spiritoso from Mozart’s Symphony No. 36 in C major, K. 425, known as the Linz Symphony, resounded within the ancient Venetian walls of the Brancaleone Fortress. This was the birth of the Ravenna Festival...

    More...
     
  • 14/07/2014
    L'APP di Ravenna Festival

    La presenza del Festival sui social network e più in generale sul web si arricchisce da oggi di una importante novità: l’APPlicazione scaricabile gratuitamente dall’Apple Store (Iphone) e dal Play Store (Android).

    More...
     
  • 14/07/2014
    1914: The Year that changed the World

    Few events in modern history have had such a profound impact on European culture as the Great War. Also, such unexpected, devastating and traumatizing turning points are definitely rare and extraordinary: the Great War 1914-1918 produced enormous changes in the political, economic, social and cultural fields, and had an inevitable impact on the more intimate level of the individual conscience.

    More...
     
  • 14/07/2014
    Il libro di Ravenna Festival, un invito alla lettura intorno alla Grande Guerra

    Pochi eventi, nella storia del mondo moderno, hanno avuto un impatto profondo come quello della Grande Guerra sulla cultura europea e, al contempo, rare sono state le grandi svolte epocali altrettanto impreviste, devastanti, traumatizzanti. Fra il 1914 e il 1918, la Grande Guerra produsse mutamenti di vastissima portata sul piano politico, economico, sociale, culturale, come pure, e inevitabilmente, sul piano intimo e profondo delle coscienze individuali.

    More...
     
  • 14/07/2014
    La brochure di Ravenna Festival 2014 racconta la Grande Guerra con le tavole che Achille Beltrame realizzò per la «Domenica del Corriere»

    Non si può celebrare il centenario della Prima guerra mondiale senza sfogliare le tavole illustrate che Achille Beltrame (1871-1945) realizzò per la «Domenica del Corriere». Così il programma di Ravenna Festival raccoglie alcune delle più affascinanti “istantanee” che si aprono con un’icona del fronte italiano come l’alpino e il suo mulo.

    More...