Quartetto Indaco
Michele Campanella
pianoforte

Franz Schubert
Quartetto per archi n. 15 in sol maggiore D 887

Giuseppe Martucci
Quintetto per archi e pianoforte in do maggiore op. 45


Nato in seno a quella straordinaria fucina di talenti che è la Scuola di musica di Fiesole, dal 2007 il Quartetto Indaco ha raggiunto traguardi di prestigio – tra tutti la medaglia d’oro al concorso internazionale di Osaka (2023), primo quartetto d’archi italiano vincitore assoluto in una competizione di tale importanza. Insieme a quel napoletano “di spirito, di famiglia, di scuola” come si definisce Michele Campanella – ancora in cerca del “Suono” dopo cinquant’anni di carriera – propongono un percorso tutt’altro che scontato. Dall’ultimo tormentato Quartetto di Schubert, una complessa riflessione sulla grande forma, fino al Quintetto con cui il giovane Martucci, tra i pochi italiani a guardare oltre il melodramma, nel 1877 si affermò primo nel concorso della Società del Quartetto di Milano.