Le musiche dell’anima a Villa Masini

Naïssam Jalal
Quest of the Invisible
Naïssam Jalal flauto, voce, nay, composizione
Leonardo Montana pianoforte
Apostolos Sideris contrabbasso

Elina Duni & Rob Luft
Songs of Love and Exile
Elina Duni voce
Rob Luft chitarra
Kiril Tufekcievski contrabbasso
Viktor Filipovski batteria


“Tenore angelico” o anche “voce di velluto”: erano alcuni dei soprannomi che indicavano uno dei più grandi protagonisti della scena lirica dell’Ottocento: Angelo Masini, forlivese, dopo i successi in tutto il mondo a inizio Novecento torna in Romagna e a sua dimora di campagna elegge il “Castellaccio”. Ecco ora che nel bellissimo giardino di questa villa settecentesca, quasi a richiamarne gli antichi fasti musicali risuoneranno le “voci” di due artiste straordinarie, con i loro ensemble: sono la flautista, vocalist e compositrice franco-siriana Nassam Jalal ed Elina Duni, di origine albanese, assieme al chitarrista londinese Rob Luft, che presenterà brani dall’ultimo album A Time to Remember, dove canta in 9 lingue diverse attingendo al repertorio tradizionale di Albania, Kosovo, Armenia e Sud Italia. Mentre Nassam Jalal ci condurrà alla ricerca dell’invisibile in un repertorio al crocevia tra la musica mistica extraoccidentale e il jazz modale, dove il silenzio ha un posto centrale e il ritmo conduce verso la trance in forma ripetitiva e ipnotica.