Vespri a San Vitale

I concerti spirituali
di Alessandro Melani

I Musici del Gran Principe
Benedetta Corti soprano I
Margherita Tani soprano II
Elisabetta Vuocolo contralto
Francesco Marchetti tenore
Alessandro Ravasio basso
Valeria Brunelli violoncello
Francesco Olivero tiorba e chitarra barocca
Dimitri Betti organo positivo
direttore Samuele Lastrucci

Programma

Alessandro Melani (1639-1703)
dai Concerti Spirituali op. III (1682)
Salve Mater & Regina
Derelinquat impius
Recolite memoriam

Ecce salus
Peccantem me quotidie
Quae est ista


Alessandro Melani, pistoiese, nel 1682 pubblica a Roma i Concerti Spirituali, 18 mottetti dedicati all’A. S. del Gran Principe di Toscana Ferdinando de’ Medici. Seppure nato nel 1639 da una famiglia di umili origini, riesce a ritagliarsi un ruolo nel Seicento musicale italiano, come i suoi due fratelli, Atto, apprezzatissimo castrato poi diplomatico presso il Re Sole, e Jacopo, compositore operistico alla corte dei Medici.
Alessandro si stabilisce nel 1667 a Roma con l’elezione a pontefice di Clemente IX, suo concittadino e uomo sensibile alla musica, con l’incarico di maestro della prestigiosa Cappella Liberiana di Santa Maria Maggiore fino al 1672 quando passerà in San Luigi dei Francesi. Intanto a Firenze il delfino di Toscana Ferdinando de’ Medici aveva inaugurato una delle più straordinarie stagioni musicali dell’epoca. Alessandro Melani si presentava a lui con la sua Opera III dal contenuto conforme allo spirito devozionale e dalla forma “concertante”, come si intuisce dal titolo Concerti spirituali. Negli anni a seguire Melani sarà invitato dal Gran Principe come operista per il Teatro di Pratolino (1686) e un suo grande mottetto sacro sarà eseguito per il genetliaco granducale (1703).


Programma completo “Vespri a San Vitale”