Omaggio a John Lennon (1940-1980)
Ho ucciso i Beatles
atto unico per cantante, attore e quartetto d’archi di Stefano Valanzuolo

Sarah Jane Morris
Solis String Quartet
con Paolo Cresta
progetto scenico e regia Pierluigi Iorio
musiche dei Beatles trascritte e arrangiate da Antonio Di Francia

produzione International Music and Arts


Ripercorrere la storia dei Beatles attraverso la voce allo stesso tempo potente e suadente di Sarah Jane Morris, ma secondo il punto di vista dell’assassino di John Lennon, è l’idea di fondo dell’atto unico di Stefano Valanzuolo: “Se qualcuno avesse chiesto a Mark David Chapman chi erano i Beatles, lui avrebbe certamente potuto parlarne per ore e ore, e forse avrebbe finito con il paragonare John al giovane Holden, il protagonista del suo romanzo di culto. Quando fu arrestato, la notte dell’8 dicembre 1980 a New York, davanti al Dakota Building, Chapman aveva ancora tra le mani il libro di Salinger. Poco distante da lui, a terra, il corpo di John Lennon. Con cinque colpi di pistola, l’ex bamboccione venuto da Honolulu aveva spezzato per sempre la vita di John, il sogno dei Beatles e, insieme a esso, quello di milioni di persone in tutto il mondo”.

Locandina