Fondazione Nazionale della Danza / Aterballetto
Don Juan
Creazione per 16 danzatori della compagnia

coreografia Johan Inger
musica originale Marc Álvarez
drammaturgia Gregor Acuña-Pohl
scene Curt Allen Wilmer (Aapee – Asociación de Artistas Plásticos Escénicos de España)
con estudiodeDos
costumi Bregje van Balen
luci Fabiana Piccioli
assistente alla coreografia Yvan Dubreuil
direttore dell’allestimento Carlo Cerri

produzione Fondazione Nazionale della Danza / Aterballetto
coproduttori Fondazione Nazionale della Danza / Aterballetto, Fondazione Ravenna Manifestazioni, Fondazione Teatro Regio di Parma, Teatro Stabile del Veneto Carlo Goldoni, Centro Teatrale Bresciano, Festival Aperto / Fondazione I Teatri di Reggio Emilia, Fondazione Teatro Metastasio di Prato, Festspielhaus St. Poelten, Associazione Sferisterio Macerata

Premio Danza&Danza “Miglior produzione” 2020


Arriva finalmente a Ravenna, dove doveva debuttare lo scorso anno, il fiammante Don Juandi Johan Inger. Oggi, nella sua piena maturità di autore, il coreografo svedese sfodera uno stile che è un meraviglioso combinato di grazia, invenzione e ironia, capace di applicarsi a folti gruppi. Lo dimostra ancora con questa rinnovata collaborazione con Aterballetto, dopo lo splendido trittico Golden Days. Stavolta Inger punta sulla narrazione – coadiuvato dal Dramaturg Gregor Acuña-Pohl e sulle musiche originali di Marc Álvarez –, imbastendo lo sfaccettato ritratto di un seduttore seriale, che riassume tutte le anime di Don Giovanni, dalla tradizione di Tirso de Molina alla lettura femminista di Suzanne Lilar. Meditazione in danza di un mito costretto a fare i conti con la fine del machismo e la parità dei generi.

Locandina