© Angelo Palmieri

Simply Quartet
Primo premio al 7° Concorso Internazionale di Musica da Camera Joseph Haydn

Danfeng Shen, Wenting Zhang violini
Xiang Lü viola
Ivan Valentin Hollup Roald violoncello

Franz Joseph Haydn
Quartetto per archi n. 41 in sol maggiore op. 33 n. 5, “Wie geht es dir?” (Come stai?) Russische Quartette n. 5

Béla Bartók
Quartetto per archi n. 3 Sz. 85

Franz Schubert
Quartetto per archi in re minore D. 810 Der Tod und das Mädchen” (La morte e la fanciulla)

in collaborazione con European Chamber Music Academy – Scuola di Musica di Fiesole


Ai piedi dell’antico pozzo del Chiostro della Biblioteca Classense, l’appuntamento con la “nobile” sonorità del quartetto d’archi è oramai divenuto una tradizione. Che si esprime sempre attraverso giovani formazioni di altissimo livello, come il Simply Quartet, che proprio lo scorso anno si è aggiudicato una rosa di premi niente meno che al prestigiosissimo Concorso Haydn di Vienna. E il “padre” del classicismo non poteva mancare: con l’op. 33 intrisa di echi teatrali e del confronto con Mozart. Basi solide per il futuro che prende corpo nell’espressività suadente del quartetto “La morte e la fanciulla”, dal tema tratto dall’omonimo Lied di Schubert, e infine nella pagina di Bartók, dove convivono in mirabile sintesi tonalità e atonalità, contrappunto, musica folklorica ungherese, cantabilità melodica e sperimentazione timbrica.


Programma di sala