Concerto inaugurale

Orchestra Giovanile Luigi Cherubini
direttore Riccardo Muti
pianoforte Maurizio Pollini

Felix Mendelssohn-Bartholdy (1809-1847)
Meeresstille und gluckliche Fahrt (Calma di mare e viaggio felice)
Ouverture da concerto in re maggiore per orchestra op. 27

Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791)
Concerto per pianoforte e orchestra in mi bemolle maggiore KV 449
Concerto per pianoforte e orchestra in re minore KV 466

Sergej Rachmaninov (1873-1943)
L’isola dei morti poema sinfonico op. 29


Dal placido riflesso dell’acqua allo sconvolgimento delle onde in tempesta: nell’ispirazione goethiana che guida Mendelssohn, il mare è lo specchio dell’animo umano; che ammutolisce nel mistero delle fredde e immobili acque intorno all’Isola dei morti nei dipinti di Arnold Böcklin, trasposti in musica nell’intenso poema sinfonico di Rachmaninov. Suggestioni che Riccardo Muti sceglie a incorniciare l’“assoluto” senza tempo dei Concerti mozartiani: il KV 449, intimo eppure intessuto di un contrappunto “naturale”, e il KV 466, dalla venatura teatrale e segnato anche nel timbro dalla tonalità minore. Affidati, in una collaborazione che si rinnova, a quel gigante dell’interpretazione pianistica che è Maurizio Pollini, alla straordinaria libertà poetica che, con inarrivabile e lucida visione formale, contraddistingue la sua maturità artistica.