Il Festival a Russi
Enzo Avitabile “Attraverso l’acqua”
con Francesco De Gregori, Tony Esposito e I Bottari di Portico

I Bottari di Portico
Carmine Romano capopattuglia
Francesco Stellato, Luigi Natale, Massimo Piccirillo tino
Raffaele Iodice, Raffaele D’Amico botte

Band
Gianluigi Di Fenza chitarra
Mario Rapa batteria
Diego Carboni tastiera
Gianpaolo Palmieri basso
Antonio Bocchino sax alto
Carmine Pascarella tromba

Ensemble di fiati Scorribanda
Vincenzo Arricale, Giuseppe Bove sax tenore
Maurizio Conte sax alto
Alessio Castaldi sax baritono
Michele Pascarella, Amerigo Pota tromba
Vincenzo Vuolo trombone
Pietro Natale basso tuba


Enzo Avitabile ci ha da sempre abituati a mescolare con grande perizia stili e generi diversissimi tra loro, dalla world music alla canzone napoletana, dal jazz fusion al soul, arrivando a modellare una propria cifra stilistica del tutto inconfondibile. Ne è un esempio perfetto anche il suo album del 2016, Lotto infinito, in cui ospita duetti con oltre una dozzina dei più importanti artisti italiani e nordafricani, e da cui è tratta la canzone che dà il titolo a questa serata, che Avitabile ha scritto a Lampedusa in occasione della presentazione di Music Life, film di Jonathan Demme sulla sua vita. Un brano che racconta non solo il dramma di chi approda su quell’isola, ma anche la migrazione del nostro io interiore, un canto di accoglienza che è una riflessione sulla realtà attorno a noi.