Tra anguille e tarante II

un progetto di Ambrogio Sparagna
con la partecipazione di
Luca Barbarossa
Orchestra Popolare Italiana dell’Auditorium Parco della Musica di Roma
Gruppi di teatro popolare di Comacchio
Gruppi di danzatori dei laboratori di danze popolari diretti da Francesca Trenta

in collaborazione con il Comune di Comacchio


1 luglio | Spazio Trepponti (ore 18.30)

Canti d’anguille
Spettacolo con narrazioni cantate e musiche dedicato alla storia della cultura locale con i partecipanti ai laboratori di narrazione e i solisti dell’Orchestra Popolare Italiana
Ingresso gratuito


1 luglio | Arena di Palazzo Bellini (ore 21.30)

Tra Anguille e Tarante
Un originale e vertiginoso spettacolo di canti e danze popolari italiane con la partecipazione dell’Orchestra Popolare Italiana diretta da Ambrogio Sparagna e la partecipazione dei Gruppi di danzatori dei laboratori di danze popolari diretti da Francesca Trenta
Ingresso € 15 – 12*


1 luglio | Spazio Trepponti (ore 22.30)

La notte del gran ballo
Grande festa da ballo con tutti partecipanti ai laboratori di danza popolare
Ingresso gratuito


2 luglio | Manifattura dei Marinati (ore 18.30)

Mo’ve canto
Incontro-Spettacolo con Luca Barbarossa dedicato alla canzone romana
Ingresso € 5


2 luglio | Arena di Palazzo Bellini (ore 21.30)

Canzoni a raccolta
Viaggio di ritorno tra i canti della tradizione popolare romana
Un progetto di Ambrogio Sparagna
con l’Orchestra Popolare Italiana dell’Auditorium Parco della Musica
e la partecipazione di Luca Barbarossa
Ingresso € 20 – 18*

 

29 e 30 giugno, dalle ore 19.00 alle 21.00
Sala Polivalente San Pietro, presso Palazzo Bellini

Laboratorio di danze popolari
insegnante Francesca Trenta
Ingresso alle tre giornate di laboratorio € 30 (laboratorio riservato ai maggiorenni)


Le narrazioni cantate e le danze popolari tornano nell’antica città lagunare di Comacchio, fra il complesso architettonico del Ponte Pallotta, o Trepponti, e Palazzo Bellini. Ambrogio Sparagna e la sua Orchestra Popolare Italiana ripropongono infatti l’evento speciale di due giorni che valorizza la tradizione del luogo, gastronomia compresa, fra laboratori e spettacoli; il tutto coinvolgendo un centinaio di protagonisti. E dopo la notte del gran ballo, dove ci si potrà scatenare presi per mano da un’artista del calibro di Francesca Trenta, si arriverà al gran finale di domenica, con la messa in scena del progetto “Canzoni a raccolta”, dedicato alla tradizione popolare romana, fra ballate, stornelli e serenate, interpretate in modo originale da Luca Barbarossa.