Chiostro della Biblioteca Classense - Ravenna Festival

Ecco uno fra i più grandi e maestosi monumenti dell’Ordine Camaldolese: un complesso la cui fabbrica continua per non meno di trecento anni, a partire dal 1515, quando i monaci lasciano la sede di Classe dopo le distruzioni della guerra franco-spagnola del 1512 (con la tremenda “battaglia di Ravenna”). La Biblioteca Classense, straordinariamente ricca dal punto di vista delle collezioni (ottocentomila libri, 750 volumi manoscritti, preziosissimi codici e carteggi), è anche un vero e proprio gioiello architettonico e artistico. Sopra tutti brilla l’Aula Magna, ornata di statue, stucchi e di scansie lignee finemente intagliate e decorata con affreschi e dipinti di Francesco Mancini, voluta dall’abate Pietro Canneti, fra Sei e Settecento. Poi il grande refettorio, l’antica sacrestia (Sala Muratori) e i chiostri monumentali. Il primo, forse un po’ buio, con la facciata barocca di Giuseppe Antonio Soratini e 24 colonne; il secondo, elegante e grandioso, è stato progettato dall’architetto toscano Giulio Morelli e realizzato fra il 1611 e il 1620. Ha 32 colonne di sasso d’Istria. Al centro, contornata da grandi alberi, campeggia un’elegante cisterna; è stata disegnata nei primi del Settecento da Domenico Barbiani. La biblioteca è, per antonomasia, luogo di lettura e studio, quindi di silenzio. Vi sono però eccezioni già a partire dalla fine del Seicento; un libretto stampato a Ravenna appunto nel 1677, cita l’esecuzione in quell’anno di almeno due “concerti musicali”, il primo intitolato “Gli amori di Antioco e di Stratonica”; il secondo “La virtù trionfante” di D. Andrea Rossini di Venezia. I Chiostri “debuttano” al Festival nel 2004, ospitando il melologo “Francesca da Rimini”, testo di Nevio Spadoni e musiche di Luigi Ceccarelli divenendo poi sede fissa e particolarmente apprezzata di molti appuntamenti di musica da camera e per piccoli ma preziosi ensemble.

Come arrivare

Via A. Baccarini 3 – Ravenna
Tel. +39 0544 482112

Spettacoli in questo luogo

Quartetto del Teatro alla Scala
Quartetto del Teatro alla Scala
musiche di Arvo Pärt, Samuel Barber, Antonín Dvořák

10 giugno 2018
Chiostro della Biblioteca Classense
Leggi e prenota
Lo splendore di Aleppo
Lo splendore di Aleppo
Canti d'amore e di lode delle comunità siro-cristiana, armena, musulmana e giudaica

15 giugno 2018
Chiostro della Biblioteca Classense
Leggi e prenota
Dennis Russell Davies, Maki Namekawa
piano duo
Dennis Russell Davies, Maki Namekawa
piano duo
musiche di Keith Jarrett, Philip Glass e Igor' Stravinskij

17 giugno 2018
Chiostro della Biblioteca Classense
Leggi e prenota
Xavier de Maistre
Lucero Tena
Xavier de Maistre
Lucero Tena
musiche di Mateo Pérez de Albéniz, Antonio Soler, Enrique Granados, Jesús Guridi, Francisco Tárrega, Manuel de Falla

25 giugno 2018
Chiostro della Biblioteca Classense
Leggi e prenota