Antichi Chiostri Francescani - Ravenna Festival

Il complesso monumentale degli antichi Chiostri Francescani è un angolo di raffinata bellezza e di silenzio in pieno centro storico, un luogo che ha un valore simbolico e morale, prima ancora che architettonico e artistico. Ricorda infatti la permanenza di Dante Alighieri nella città. Faceva parte del convento costruito dai francescani nel 1261 vicino alla chiesa omonima. Quelli di oggi non sono però gli originari, risalgono infatti al XV secolo e hanno tracce di interventi del XVII. L’intera zona dantesca ha poi assunto l’aspetto romantico di oggi fra il 1921 e il 1932, con il restauro della Basilica di San Francesco, della Cappella di Braccioforte e della Tomba di Dante, su progetto dell’architetto Giulio Ulisse Arata (che ha firmato anche il Palazzo della Provincia). Il primo chiostro è intitolato a Dante, ed è rimasto ai frati conventuali fino al 1810. Al pianterreno si snoda in un magnifico loggiato orlato di colonne di marmo bianco con capitelli in stile dorico. Al centro si trova un pozzo adorno di sculture.  Il secondo, detto “della Cassa” ha una forma irregolare determinata dal numero diverso di arcate del loggiato a pianterreno. Le colonne sono costituite di sasso d’Istria, di marmo rosso veronese e di greco. Al primo piano corre una loggetta sorretta da pilastri di mattone con capitelli di cotto. Al centro si trova un puteale, sempre di sasso d’Istria, con scolpiti in rilievo due anfore e due stemmi uguali, sui quali c’è un’aquila con il motto “In Pietra Exaltavit Me”. Entrambi sono stati acquistati nel 2001 dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna, che li ha restaurati e valorizzati. Nel chiostro una lapide ricorda il punto in cui nel 1519 i frati praticarono un foro per arrivare all’antico sarcofago in cui riposavano le spoglie mortali di Dante per trafugarle ed evitare che venissero prelevate dai fiorentini. Papa Leone X, figlio di Lorenzo il magnifico, le aveva infatti “restituite” a Firenze, dopo che varie richieste di restituzione erano state respinte. Le ossa furono ritrovate solo nel 1865, poco distante dalla cappella di Braccioforte. Queste oasi di pace hanno ospitato preziosi recital e letture dedicate a Dante Alighieri.

Come arrivare

Via Dante Alighieri 2/A – Ravenna
Tel. +39 0544 215676
Email: dantesco@comune.ra.it

Spettacoli in questo luogo

Giovani artisti per Dante
Giovani artisti per Dante
Ogni mattina, accanto alla Tomba di Dante, l'omaggio al Poeta

dal 1 giugno al 5 luglio | ore 11:00
Antichi Chiostri Francescani
Leggi e prenota
Cantica Dantesca
Cantica Dantesca
Un percorso di canti e letture capaci di evocare le figure femminili amate e celebrate dal Poeta. . .

13 - 19 maggio 2016
Antichi Chiostri Francescani
Leggi e prenota
Searching for Paradise
Searching for Paradise
alla ricerca del Paradiso di Dante… in bicicletta

20 - 26 maggio 2016
Antichi Chiostri Francescani
Leggi e prenota
Deh peregrini che pensosi andate
Deh peregrini che pensosi andate
Un suggestivo itinerario nel silenzio dei chiostri, in cui le parole del Boccaccio raccontano gli ultimi anni del Sommo Poeta, dall’esilio alla morte a Ravenna . . .

27 maggio - 02 giugno 2016
Antichi Chiostri Francescani
Leggi e prenota