© Luca Concas

Nella lingua e nella spada
un progetto di musica e teatro ispirato alle vite e alle opere di Oriana Fallaci e di Aléxandros Panagulis

elaborazione drammaturgica, regia e interpretazione Elena Bucci
musica e live electronics Luigi Ceccarelli

con
Michele Rabbia percussioni
Paolo Ravaglia clarinetti

disegno luci Loredana Oddone
regia del suono Raffaele Bassetti, Andrea Veneri
consulenza drammaturgica Elettra Stamboulis
scene e costumi Nomadea, con l’aiuto di Marta Benini e Manuela Monti
assistenti all’allestimento Nicoletta Fabbri, Beatrice Moncada
foto Patrizia Piccino
si ringrazia il Teatro Comunale di Russi

una produzione Ravenna Festival, Napoli Teatro Festival/ Fondazione Campania dei Festival e Compagnia Le belle bandiere

produzione musicale Edison Studio – Roma


Alekos Panagulis, rivoluzionario e poeta greco incarcerato per un attentato al dittatore Papadopoulos e poi liberato grazie ad un forte movimento internazionale, incontra Oriana Fallaci per un’intervista: restano allacciati, fra discussioni, lotte per la libertà, allegria, solitudini e speranze, fino alla morte di lui per un misterioso incidente nel 1976, e anche oltre. Entrambi trasformano il dolore in scrittura per la memoria di tutti. Alla loro storia si ispira questo melologo dalle molte anime.