Ballet National de Marseille & ICK
Apparizione
prima parte del dittico Kindertotenlieder

ideazione e coreografia Emio Greco e Pieter C. Scholten
ideazione musicale e trascrizione Franck Krawczyk
film Ruben Van Leer
costumi Clifford Portier
drammaturgia Jesse Vanhoeck
pianoforte Franck Krawczyk

con la partecipazione del Coro Infantil De La Sociedad Coral De Bilbao

produzione Ballet National de Marseille & ICK
coproduzione Ravenna Festival, Theater aan het Vrijthof Maastricht (Olanda), Nederlandse Dansdagen (Olanda), Theater de Meervaart (Olanda), Cankarjev Dom Ljubljana (Slovenia), Les Théâtres de la Ville de Luxembourg (Lussemburgo)

prima nazionale


Nel tempo, la collaborazione tra Emio Greco e Pieter C. Scholten si è trasformata in una diade artistica, dove i confini tra l’intervento del danzatore brindisino e quello del light designer olandese non sono più distinguibili. In profonda sintonia, la loro ricerca esplora territori dell’umano con prospettive acute e progetti di ampio respiro. Come questa Apparizione, prima parte di un dittico che prende spunto dai Canti dei bambini morti di Mahler per indagare sul fanciullino che è in noi, le cui doti di spontaneità, innocenza e curiosità sono state dissipate. Alla ricerca dell’intuizione sensoriale perduta, l’opera è modulata dai paesaggi sonori di Franck Krawczyk, ancora una volta a fianco di Emio e Pieter, in una partitura visionaria per sette danzatori, un pianista, voci di bambini e tecnologia digitale.