Rivoluzioni in musica
ErosAntEros
1917

ideazione Davide Sacco e Agata Tomsic / ErosAntEros
drammaturgia Agata Tomsic
consulenza letteraria Fausto Malcovati
montaggio musicale, live electronics, luci e regia Davide Sacco
con Agata Tomsic e il Quartetto Noûs
animazioni Gianluca Sacco
costumi Laura Dondoli
direzione tecnica Paolo Baldini

materiali testuali Aleksandr Blok, Velimir Chlebnikov, Sergej Esenin, Michail Geršenzon, Vladimir Majakovskij, Boris Pasternak
materiali musicali Dmitrij Šostakovič, Quartetto n. 8 in do minore, op. 110
materiali visivi Dmitry Bisti, El Lissitzky, Aleksandr Rodčenko

commissione di Ravenna Festival
in coproduzione con ErosAntEros
in collaborazione con La Corte Ospitale e con Ravenna Teatro

prima nazionale


Un canto per ridare vita alle parole e alle musiche di coloro che hanno vissuto la Rivoluzione russa, per restituire, attraverso la ricerca sonora e vocale, la sorpresa e la gioia dell’avvento di un tempo talmente nuovo da lasciare senza fiato. Un canto per ritrovare sulla scena quel frangente in cui lo scorrere del tempo quotidiano è parso fermarsi per lasciare spazio al sogno ideale fattosi realtà. Sole, luna, stelle, notte, aurora, sono i compagni di questo viaggio; rosso, giallo-sole-laccato, azzurro-seta-cielo, ferro e rame, la tavolozza del concerto. Fatica, fame e freddo hanno accompagnato la lotta per la libertà e la storia ci insegna che il sogno iniziale è stato presto tradito: per questo, all’ottimismo che anche nei momenti più duri emerge dai testi, si contrappone l’Ottavo quartetto di Šostakovič, scritto proprio in ricordo delle vittime dei totalitarismi e delle guerre.

Programma di sala