Trilogia d’Autunno: la Danza, la Parola e il Canto

Dal ciel sino all’inferno

scene dalla tragedia di Johann Wolfgang Goethe (Faust I und II)
musica di Robert Schumann (Szenen aus Goethes Faust, selezione dall’opera)

maestro concertatore e direttore Antonio Greco 
adattamento drammaturgico e regia Luca Micheletti
scene Ezio Antonelli
light designer Fabrizio Ballini
costumi Anna Biagiotti

Orchestra Giovanile Luigi Cherubini
Coro Luigi Cherubini

nuova produzione


Dopo Dante – inteso sia come autore che come personaggio della sua Commedia – tra i più grandi esploratori dei confini del mondo e dell’umano è stato indubbiamente Faust. Protagonista di una ricca e variegata leggenda che trae le sue origini nel tardo Medioevo tedesco, ha trovato poi nella penna di Johann Wolfgang Goethe un profilo universale, e il suo viaggio tra Cielo e Inferno è divenuto ancora più dantesco: insieme al suo fatale e diabolico compagno, conosce le potenze del male e poi la redenzione per il tramite di una donna amata che lo guida alla salvezza e alla luce del Paradiso.

Sarà un allestimento inedito e visionario di due «Faust», quello di Goethe e quello di Robert Schumann (“Scene dal Faust di Goethe”), entrambi proposti – nell’adattamento drammaturgico e musicale curato da Luca Micheletti e Antonio Greco – in una rapsodica selezione di scene che rispecchia la vocazione frammentaria delle opere originali. L’incompiuto oratorio profano di Schumann, proposto in una ragionata scelta di numeri nella traduzione italiana di Vittorio Radicati (genero del compositore) con cui l’opera venne eseguita per la prima volta in Italia nel 1895, è fatto dialogare con alcuni quadri del poema goethiano, recitati anch’essi nella traduzione italiana sempre ottocentesca del grande poeta e amico delle arti Andrea Maffei. Una “rapsodia faustiana” che asseconda il monito di Goethe a pensare il teatro come l’unico luogo al mondo in cui sia possibile attraversare l’universo «con prudente velocità… dal Ciel sino all’inferno».


Informazioni su biglietti e apertura delle prevendite saranno disponibili a metà settembre, compatibilmente con l’aggiornamento delle disposizioni legate all’emergenza sanitaria.
La Biglietteria del Teatro Alighieri sarà chiusa dall’1 al 31 agosto e riaprirà martedì 1 settembre.