Il Festival a Forlì
Omaggio a Mikīs Theodōrakīs
Zorba il greco (Zorbas)
Suite dal balletto in 23 scene per contralto, coro misto e orchestra da camera

Orchestra Arcangelo Corelli
direttore Jacopo Rivani

Coro Euridice
direttore Pier Paolo Scattolin

con Cecilia Bernini mezzosoprano


Durante i sette anni di dittatura dei colonnelli, dal 1967 al 1974, Mikis Theodorakis venne imprigionato, torturato e bandito dalla scena musicale greca. Ma non per questo smise di comporre, ispirandosi al patriota Alexandros Panagulis. In quel tempo la sua musica era già diventata la pelle sonora del suo paese, soprattutto grazie alla Danza di Zorba, il celebre sirtaki ballato sulla spiaggia da Anthony Quinn in Zorba il greco di Michael Cacoyannis, un film entrato così potentemente nell’immaginario collettivo da consegnare al mondo, e alla Grecia stessa, una nuova danza nazionale diventata immediatamente popolare e senza tempo. Ancora oggi l’identità della Grecia moderna si specchia nei ritmi in accelerazione di quella scena epica, girata sull’isola di Creta.