Fra Oriente e Occidente
Il libero canto greco bizantino dialoga coi suoni ben temperati della tastiera

voce Nektaria Karantzi
pianoforte Vassilis Tsabropoulos


Quando un pianista, compositore e direttore d’orchestra come Vassilis Tsabropoulos incontra la voce di una delle più rigorose e intense interpreti del canto sacro bizantino e greco come Nektaria Karantzi, non può che prender forma un progetto di assoluta originalità: una serie di brani composti e elaborati proprio a partire dagli inni bizantini. In una fusione tra Oriente e Occidente che trascende la loro natura devozionale, proiettandoli nella dimensione cameristica della lirica per voce e pianoforte – genere mai veramente tramontato e che qui vive di nuova linfa. La sfida è quella di conciliare la rigida suddivisione in semitoni del sistema tonale a temperamento equabile dello strumento a tastiera con l’arcaica modalità della musica bizantina dominata dalla flessibilità melodica della voce, in un intreccio di fascino assoluto.