V centenario della Riforma di Martin Lutero

Corale luterano e musica nel rito tridentino

Concerto Vocale La Stagione Armonica

organo Carlo Rossi
direttore Sergio Balestracci

musiche di Johann Sebastian Bach, Georg Philipp Telemann, Joseph Klug, Johann Walter, Michael Praetorius, Giovanni Pierluigi da Palestrina


Fu per coinvolgere pienamente i fedeli nel gesto liturgico, che con la Riforma luterana (di cui si celebrano i cinquecento anni) si promosse la composizione di corali, non in latino ma nelle lingue d’uso, tali da poter essere cantati da tutti i partecipanti al rito. Ma se, proprio per questo, i primi corali sono semplici melodie, all’epoca di Bach le stesse melodie saranno rivestite di armonie elaboratissime. Come testimonia il più celebre corale di Lutero, Ein feste Burg: intonato nel Cinquecento da Klug e Walter e nel Settecento da Bach e Telemann. Sul versante cattolico, anche la Controriforma si gioca su questioni musicali: toccherà a Palestrina salvare la comprensibilità del testo con nuovi procedimenti polifonici. Come nella Missa L’Homme armé, parafrasi di una melodia popolare molto nota e da altri già più volte impiegata in ambito sacro.