nei 100 anni dell’indipendenza della Finlandia
Il suono del nord

Cantores Minores della Cattedrale di Helsinki

organo Markus Malmgren
direttore Hannu Norjanen

musiche di
Johann Sebastian Bach, Jean Sibelius, Joonas Kokkonen,
Einojuhani Rautavaara, Jaakko Mäntyjärvi


Ancora risuonano forti gli echi della rivoluzione bolscevica: è il dicembre del 1917 quando la Finlandia riesce a dichiarare la propria indipendenza dal travagliato impero russo. L’orgoglio del centenario e dell’identità culturale di quell’estremo lembo di Europa si intravede nel programma di questo coro, che ai classici della coralità polifonica, in particolare alle predilette pagine bachiane, affianca quelle di compositori finlandesi, dal Medioevo al nostro secolo. Attivo dal 1952, il coro della cattedrale di Helsinki, con il rigore e lo spirito dei pueri cantores della chiesa protestante, ha accolto tra le proprie fila oltre 3000 bambini e giovani uomini, dividendosi tra il servizio liturgico nelle più importanti festività e i tour in tutto il mondo, e formando generazioni di musicisti.